#iorestoinSALA:
presentazione del film
NILDE IOTTI, IL TEMPO DELLE DONNE

Lunedì 15 febbraio, ore 20.30

sale virtuali #iorestoinSALA

Nilde Iotti, il tempo delle donne - il film di Peter Marcias, presentato come Evento Speciale alla 17. edizione delle Giornate degli Autori a Venezia – sarà programmato in esclusiva nel circuito di sale di qualità virtuali #iorestoinSALA dal 15 al 26 febbraio.

Lunedì 15, alle ore 20:30, il film sarà preceduto da una diretta con Peter Marcias e Paola Cortellesi.

Attraverso immagini di repertorio, testimonianze di chi l'ha conosciuta e i suoi pensieri restituiti dall’attrice Paola Cortellesi, la vicenda umana e politica di Nilde Iotti si allontana dal sentiero biografico e penetra nel vivo delle nostre esistenze, oggi rese migliori dal suo coraggio che scardinò tabù ed emancipò la società civile italiana. Come se l'appassionante storia di Nilde appartenesse a tutti noi. Un viaggio in compagnia di un'anima nobile, una figura scomoda ed emblematica del Novecento che ha segnato le tappe di una crescita collettiva e scandito il tempo delle donne. Il cinema del reale che incontra il presente del nostro Paese, un racconto tutto al femminile per testimoniare l’Italia del cambiamento.  

🔸 ore 20.30: presentazione in streaming del film fruibile sulla pagina facebook di spazioCinema

🔸 ore 21.00: programmazione in streaming del film 

 

SQUIZO di Duccio Fabbri

La storia di Louis Wolfson, scrittore del Bronx, che ha lottato per tutta la vita contro le definizioni correnti di malattia mentale, fortuna e linguaggio. Diagnosticato schizofrenico in adolescenza, ha ripudiato la lingua madre in favore di un idioma del tutto personale.

In programmazione su #iorestoinSALA, un documentario che premia la determinazione di Fabbri. Il regista, grazie ad un lungo appostamento, riesce a raccontare l'incredibile vicenda umana e letteraria di Wolfson.

Calibro 9 di Toni D'Angelo

Milano, oggi. Fernando, il figlio di Ugo Piazza, è un brillante penalista cresciuto da sua madre Nelly con l'intento di farne un uomo diverso da suo padre. Ma se in città scompaiono 100 milioni di euro con una truffa telematica, e se il principale indiziato è proprio un cliente dell’avvocato Fernando Piazza, quel cognome non può non avere un peso e portare ad un naturale collegamento. Soprattutto se la società truffata è solo una copertura e, chi c’è dietro, è una delle più potenti organizzazioni criminali del pianeta: la ‘ndrangheta.

In programmazione su #iorestoinSALA un omaggio a Milano Calibro 9 e un lavoro filologico sul cinema di genere italiano anni Settanta.

SEGUICI ANCHE SU